Monitor per PC e Play Station 4, quale scegliere? I migliori del 2019

Considerando i prezzi in calo di quest’anno, la scelta di molte persone cade su un unico monitor per PC e Play Station 4. Grazie ad uno schermo multiuso, sarà possibile risparmiare spazio e denaro. Questa guida prenderà in esame i migliori monitor usciti quest’anno adatti al PC e alla Play Station 4.

I monitor per PC e Play Station 4: caratteristiche

Gli amanti dei videogiochi sanno bene che alcuni titoli funzionano meglio con il computer e altri con la consolle. Avere un monitor per PC e Play Station 4 è la soluzione migliore per gli appassionati di gaming.

Quest’anno ne sono usciti da tutti i prezzi, sia a schermo piatto che a schermo curvo, ultima trovata studiata appositamente per i gamers, perfetta per immergersi totalmente nell’atmosfera fantasy.

Prima di lanciarsi in un acquisto a caso, vediamo quali sono le caratteristiche principali che deve avere un monitor per PC e Play Station 4.

La dimensione è un fattore legato a molte variabili, prima tra tutte lo spazio disponibile. Ci si può accontentare anche di un monitor a 24 pollici, sebbene 27 pollici sia il minimo indispensabile per godersi appieno gli ultimi videogames.

Scendere al di sotto non è consigliabile, salvo che non sia obbligatorio per motivi di spazio. Per quel che riguarda la risoluzione, la migliore in assoluto è 4K, ma bisogna avere una scheda grafica in grado di supportarla.

Per i fanatici del gaming è fondamentale il tempo di risposta: deve essere basso, massimo 5 ms. La frequenza di aggiornamento chiamata anche Refresh Rate, deve essere invece alta, minimo 120 o 140 Hz.

Monitor piatto o curvo?

Un paragrafo a parte lo merita il tipo di pannello adatto ad un monitor per PC e Play Station 4. I più tecnologici sanno che oggi i tipi di pannello sono tre: TN, IPS e VA. Senza entrare troppo nei dettagli, basti sapere che il migliore per giocare con il computer o la PS4 è IPS.

Inutile dire che è anche il più caro che esista ma, per chi vuole giocare tante ore senza affaticarsi la vista, la scelta è quasi obbligata.

Un altro dubbio che assale i giocatori è se rimanere sul tradizionale monitor piatto o lanciarsi nella novità di uno curvo. Questi ultimi costano di più, anche perché generalmente implementano tecnologie più sofisticate e performanti.

Per poterseli gustare, però, bisogna rimanere perfettamente al centro dello schermo.

Nessun problema se si ha il monitor di fronte e si gioca da soli, ma basta spostarsi un po’ di lato per non apprezzare completamente uno schermo curvo. Il motivo è semplice, la visione umana è curva e con un monitor che copre tutto il cono visivo, la sensazione di realtà sarà maggiore.

I monitor curvi affaticano meno la vista anche perché l’occhio non deve spostarsi più di tanto per seguire le veloci immagini degli ultimi giochi. I movimenti del collo saranno limitati e la visione comoda e realistica.

Risoluzione ideale

Abbiamo detto nel primo capitolo che la migliore risoluzione attualmente sul mercato è la 4K, sebbene si stia facendo largo la 8K. Abbiamo altresì sottolineato che, se non si possiede una scheda grafica all’altezza, sarà inutile comprare un monitor per PC e Play Station 4 con risoluzione 4K.

Niente paura, perché chi ha un computer con una scheda grafica mediocre non deve rinunciare a giocare.

Per la consolle e la maggior parte dei videogiochi sono validi anche monitor con risoluzione HD (1280×720 pixel) oppure Full HD (1920×1280 pixel). Non sono certamente il massimo, ma se la scheda grafica non è di ultimissima generazione, inutile spendere dei soldi in più.

Questi monitor costano meno degli altri e vengono ancora prodotti, perché tanta gente non ha intenzione di spendere tanto oppure non ha una scheda grafica al top.

Quest’anno i migliori monitor per PC e Play Station 4 con risoluzione HD o Full HD sono veramente tanti e a prezzi concorrenziali. Per scegliere la risoluzione idonea bisogna conoscere la propria scheda grafica e, ovviamente, il budget a disposizione.

Non da ultimo, conta il tipo di videogiochi che andremo a fare: c’è differenza tra uno sparatutto, un gioco di corse e uno di carte. Chi si diverte a giocare on-line ha bisogno di un monitor un po’ più sofisticato per non vedere le immagini a scatti o trascinate.

Prezzi medi e marche migliori

I prezzi medi dei monitor per PC e Play Station 4 sono, come per tutti gli altri, in relazione alla qualità. Partendo dal minimo indispensabile per giocare con la maggior parte dei giochi ad alta risoluzione, quest’anno si trovano molti schermi a prezzi accessibili.

LG ha una linea specificatamente dedicata al gaming con display da 1 o 2 ms di tempo di risposta.

Hanno schermo piatto di tipo TN, risoluzione 1920 × 1080 pixel Full HD, contrasto 1000:1 e dimensione di 24 pollici. Quanto costano? Poco più di 100 euro.

Si tratta di un vero affare, ma i più esigenti forse vorranno un pannello IPS da 27 pollici. Benq vende ottimi monitor 4K Ultra HD, 3840 × 2160 pixel con tempo di risposta di 5 ms a circa 600 euro.

Chi preferisce un monitor grande e curvo senza dover accendere un mutuo, può scegliere il marchio AOC da 35 pollici con tecnologia FreeSync che costa 560 euro.

Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma l’informatica è quello che preferisco perché lo conosco sin dalla nascita dei PC negli anni ’80. Mi piace seguire l’evolversi di invenzioni e nuove tecnologie e tenermi aggiornato sull’uscita di nuovi prodotti sul mercato.

Back to top
Monitor per PC